Resources

Share this article

Serie di casi retrospettivi: lesioni trattate con la terapia 3M™ Veraflo™ | IT

10 Settembre 2020

La guarigione ritardata delle ferite rimane una sfida chiave nella pratica clinica, con ferite difficili da guarire che provocano dolore, morbilità, trattamento prolungato e in alcuni casi richiedono un intervento chirurgico ricostruttivo maggiore (Agarwal et al, 2019). Se la guarigione della ferita viene ritardata per una notevole quantità di tempo, ciò può essere una sfida per i team clinici per quanto riguarda le complicazioni crescenti, come infezioni, spese di risorse, che rappresentano un grande onere per il sistema sanitario.

È noto che l’infezione della ferita e la carica batterica svolgono un ruolo importante nella guarigione ritardata della ferita e quindi sono necessari una diagnosi e un trattamento tempestivi per stimolare la chiusura della ferita e ridurre al minimo l’impatto sull’individuo, sul suo assistente e sui sistemi sanitari (International Wound Infection Institute [IWII ], 2016).

I principi della preparazione del letto della ferita guidano la prevenzione e la gestione della carica batterica della ferita e guidano il mantenimento del letto sano della ferita, attraverso la pulizia terapeutica della ferita e la distruzione e la rimozione del tessuto non vitale attraverso il debridement (IWII, 2016). La pulizia delle ferite può:

  • Potenzialmente interrompere il biofilm riducendo la carica batterica attraverso ripetuti cicli di pulizia
  • Promuove la guarigione della ferita
  • Mantiene la perilesionale e protegge dalla macerazione.

Free for all healthcare professionals

Sign up to the Wounds Group journals





By clicking ‘Subscribe’, you are agreeing that the Wounds Group are able to email you periodic newsletters. You may unsubscribe from these at any time. Your info is safe with us and we will never sell or trade your details. For information please review our privacy policy.

Are you a healthcare professional? This website is for healthcare professionals only. To continue, please confirm that you are a healthcare professional below.

We use cookies responsibly to ensure that we give you the best experience on our website. If you continue without changing your browser settings, we’ll assume that you are happy to receive all cookies on this website. Read about how we use cookies.

I am not a healthcare professional.